Notizie

Federica, altro flop nei 200 "Ora mi fermo, ma a Rio ci sarò"

Dopo la delusione nei 400 sl, chiude al 5° posto nella gara vinta dalla statunitense Allison Schmitt. "Non ne avevo. Certo, fa male aver chiuso un ciclo della mia vita così, ma sono contenta di averci provato fino alla fine"

Le sconfitte: Federica Pellegrini e Missy Franklin. Ansa
Le sconfitte: Federica Pellegrini e Missy Franklin. Ansa

The end. Federica perde il trono e lo consegna all’americana Allison Schmitt, che subentra all’azzurra nel palmares dei 200 stile libero in 1’53"81, nuovo record olimpico, e batte la francese Camille Muffat (1’55"58) e l’australiana Bronte Barratt (1’55"81), mentre per un centesimo il prodigio americano Missy Franklin resta giù dal podio e sta davanti a una Federica apparsa non in gran spolvero rispetto alla semifinale nella quale aveva probabilmente dato tutto, per poter recuperare, fare un miracolo, rimontare dal sesto posto della virata dei 150 metri. Le restano il doppio mondiale e il primato mondiale di 1’52"98: per battere questa spilungona che s’allena con Phelps ci voleva proprio il suo record.

Fede sfinita. Ap
Fede sfinita. Ap

NIENTE FORMA — E adesso l'amaro. "Bisogna sempre crederci, ma come ho detto non siamo brillanti, non c'è proprio la forma. Pensavo di nuotare meno, ma non ne avevo proprio. Ci sta" dice sospirando Federica. "Io ho dato tutto quel che posso ma è così. Non potevo andare a medaglia, altrimenti l'avrei fatto". Poi l'orgoglio: "Non rimpiango niente, rifarei tutto quanto. Ora riparto da zero e pensiamo alla staffetta". Prima la 4x200 stile libero, poi la 4x200 mista. E il futuro. Non ha esclude niente: "Un'altra Olimpiade? Si, per fortuna non è il prossimo anno". Ripensa però alla finale, sfoderando un pizzico di ottimismo: "È difficile che succedano i miracoli, ma bisogna sempre crederci, anche se stasera non c'è stato".

adesso stacco — E torna a ribadire concetti sottolineati dal fidanzato Filippo Magnini. "Non siamo arrivati a queste Olimpiadi in forma adeguata. Abbiamo cercato di voltare pagina dopo i 400 stile libero, ma se non sono riuscita a abbassare nei 200 il tempo ottenuto in semifinale un motivo c'è. Magnini ha fatto bene a evidenziare che non siamo arrivati in forma: nessuno di noi ha ottenuto i risultati alla portata, nessuno è arrivato in condizione. Per un motivo o per l'altro, è stato così". Insomma, un attacco forte. "Io ho fatto il possibile per farmi trovare pronta per questo appuntamento, non attribuisco colpe a nessuno e nemmeno a me. Il prossimo anno mi farà bene staccare un po', anche se non vorrei farlo in questo modo. Sapevo che con il tempo di 1'55" si poteva andare sul podio nei 200, speravo di abbassare di un secondo il tempo ottenuto in semifinale. Ci speravo, non è andata così".

orgoglio — Per poi concludere: "Io sarò sempre Federica Pellegrini - dice tirando fuori l'orgoglio dei gironi migliori - anche se farò altro nella vita. Un'Olimpiade non annulla quanto ho fatto. Certo, fa male aver chiuso un ciclo della mia vita così, ma sono contenta di averci provato fino alla fine. È lo sport, e bisogna saper essere sereni anche perdendo. Mi fermo un po', ma a Rio ci sarò".

Fonti: http://www.gazzetta.it

ALTRE NOTIZIE