Hostal Teatro Inka *** CUSCO - PERU

Prenotazioni Teatro Inka Hostal ***  
 
VIAGGIAMO A CUSCO (CUZCO) Mas informacion Reservar

LA CITTA’ INCA DEL CUSCO

Gli edifici piu’ importante si trovavano nella grande Piazza, erano principalmente palazzi di alcuni governatori della societa’ inca.Tra di loro si distaccava il palazzo Inca Pachakuteq conosciuto anche come Qasana si trovava nel nord est della piazza che oggi forma l’angolo con la strada di Plateros. Al nord si trovava il palazzo Inca Roqa nomiato Qoraqora. Il palazzo del Inka Wiraqocha e il Kiswar Kancha stava nell’area dove actualmente troviamo la Cattedrale. Davanti a questo palazzo c’era il Suntur Wasi, un edificio che aveva la forma cilindrica ed era la casa degli emblemi.Il Hatun Kancha che apparteneva all’Inka Yupanqui si trovava nella parte est della citta’. Gli Ajlla Wasi o Vírgini della Casa del Sole stavano al lato nord est dell’attuale Compañía de Jesús.Ill Amaru Kancha era il palazzo del Wayna Qhapaq occupato attualmente dalla Compañía de Jesús,oggi circondati dall’ avenida el Sol, calle Afligidos e Loreto. Davanti a quest’ultimo palazzo c’era Suntur Wasi. Nell’area del centro della citta’ c’erano alcuni altri palazzi come il Pukamarka che era il palazzo di Tupaq Inka Yupanqui che tut’oggi si vedono le magnifiche pareti nella Calle Maruri, anche questo palazzo era circondato dalle strade di San Agustín, Santa Catalina Ancha e Arequipa. Anche il palazzo di Hatunrumiyoq (ha un nome moderno que si trovano le pietre dai dodici angoli il suo nome originale e’ sconosciuto)questo palazzo apparteneva all’inca Inka Roqa pero’ oggi ei il palazzo del Vescovo . Il palazzo di Qollqanpata era localizzato nella parrocchia di San Cristóbal ed era di propieta’ dell’ Inca Manko Qhapaq.

Ogni palazzo ocupava un territorio vasto, quasi sempre un quartiere intero e avrebbero dovuto ospitare la Panaka del Inka, e’ a dire, la sua famiglia al completo (discendenti, alcuni altri parenti). Atronó del Kusipata non c’erano altri edifici, pero’ le aree erano gia’ preparate con muraglie per futuri edifici.Qui, ogni 5 giorni si portava a fine il Qhatu (mercato), basato in baratto di prodotti, e secondo Martin de Murua con la partecipazione di ciento mila persone

La storia, tradizione e realita’ indicano che la citta’ aveva la forma di un puma o leone di montagna (di color Felis.) Un felino considerato speciale per i Quechuas. Come evidenza di questo, il nome della Calle Pumakurko si mantiene, e rappresenta la "spina dorsale del Puma"; il distritto di Pumaqchupan o la "Coda del Puma" e’ giuntura del Saphi ("Raíz") e Tullumayu ("Fiume dell’osso o "Fiume Delgado"), queste unioni stanno davanti all’Hotel Savoy. Per di piu’ la testa del puma si trovava in Saqsaywaman il suo nome vuol dire "Puma del saqsa" (uman del saqsa) o "testa chiazzata ". Secondo la tradizione di Cusco aveva la forma di un Puma seduto.

<< Anterior

 



HOSTEL TEATRO INKA
TOURISM IN CUSCO